IL GIORNALE DEL VINO

Aziende emergenti al Benvenuto Brunello 2009

Posted in Aziende da conoscere, Degustando, Manifestazioni, Vini italiani by Franco Traversi on marzo 6, 2009

Pian delle Querci:
Si trova nella zona nord di Montalcino, ad un’altitudine di circa 250 m.s.l.m. ha 8 Ha di vigneto dei quali 6 a Brunello, l’allevamento della vigna è a cordone speronato basso, 70 cm, il terreno tufaceo-argilloso molto ricco di scheletro, è un’azienda a conduzione familiare ma con un vignaiolo di grande esperienza come Pinti Vittorio.
In cantina non vengono usati nessun tipi di lieviti, fermentazioni controllate in acciaio, molto lunghe, poi botti grandi da 50 Hl di Garbellotto, i loro vini sono il risultato di ciò che la terra in quella zona può dare.
Il Brunello del 2004 si presenta con un bel rubino brillante, un connubio di fiori e frutta di bosco, molto elegante e pulito, una lunghezza media, ottima mineralista e sapidità, con un tannino ben integrato, non ha la potenza dei Brunelli della zona sud, ma l’eleganza e la sua dote.

Poggio dell’ Aquila:
Questa azienda è nata dalla scissione o divisione con Il Poggiolo, è situata nella zona sud-est a un’altitudine di 450 m.s.l.m.Renzo Cosimi usa botti grandi e tonneau da 500 lt.
Il suo Brunello 2004 è di un rubino medio, sentori di frutta rossa sotto spirito, balsamico, un accenno di liquirizia, corposo e lungo, con dei tannini ben amalgamati.

Ferrero:
Claudia Ferrero non ha bisogno di presentazioni è una bravissima produttrice e enologa, del resto con un marito come Pablo Harri è difficile sbagliare un vino.
Il suo Brunello 2004 si presenta con un colore rubino medio, ottimo frutto fresco e un bilanciamento fra lunghezza corposità e integrità, molto pulito come sempre, un tannino ancora presente ma è poco che è in bottiglia.

Quercecchio:
Posta a sud-ovest di Montalcino verso Camigliano.
Il Brunello del 2004 ha un rubino brillante fiori pansè, frutta marasca, pulito, abbastanza corposo una buona sapidità, degli accenni tartufati, un tannino ancora presente.

Castello della Velona:
(da non confondersi con La Velona-Monade 90)
Si trova a sud-ovest di Montalcino, 5 Ha di vigneto diviso in vari appezzamenti, sesti d’impianto 180×0,80° cordone speronato 4-5 capi a frutto, in cantina si usano botti da 25/30 Hl.
Il Brunello 2004 è rubino medio, profumi di fiori come la viola, frutti rossi maturi visciola, corposo e speziatura fine e elegante, molto maschile con dei tannini setosi.

Stella Viola di Campalto San Giuseppe:
L’ho lasciata per ultima solo perché questa bravissima produttrice è una realtà ormai affermata, che dire di Lei, che mi sorprende sempre di più, data la sua bravura e passione che ci mette nella vigna e ne i suoi vini, essi sono il frutto di tanti sacrifici, si perché Stella si occupa a tempo pieno di tutto, è Lei il braccio e la mente dell’azienda e i suoi vini non sono altro che il risultato finale.
L’azienda San Giuseppe consta di circa 15 ettari fra bosco e vigneti circa 6 ettari, con densità di circa 5.500 ceppi per Ha . Le vigne sono:
Vigna al Leccio sud-ovest 340 s.l.m. iscritta Brunello, Vigna Curva sud-ovest 320 s.l.m. Brunello, Vigna al Sasso sud-est 290 slm Brunello,Vigna Bassa sud 270 s.l.m. Brunello, Vigna all’Ulivo ovest 280 s.l.m. iscritta per 800 metri a Brunello e per 5000 metri Rosso di Montalcino Vigna al Bosco sud 240 s.l.m.
Ognuno dei sei vigneti può considerarsi un piccolo Cru con una propria personalità e un proprio carattere: che viene quindi vendemmiata e vinificato singolarmente depositato singolarmente in uno o più tini. Perciò le vigne vengono curate con attenzione che merita il voler preservare l’ecosistema che circonda i vigneti e l’azienda.
L’ azienda è certificata BIO dal 1996 e applica metodi biodinamici dal 2002.
Quest’anno è uscito il suo primo Brunello, ma da assaggi effettuati in cantina avremo per alcuni anni dei vino straordinari, a me in modo particolare mi affascina il Brunello del 2005.

Il Brunello del 2004 si presenta con:
di un colore rubino come una pietra preziosa, profumi di viola, iris, giaggiolo, frutto fresco di bosco ribes, lampone, fragolina, ciliegia, minerale, terra, carne, leggere note balsamiche, un tocco di ginepro e mirto, con una venatura leggermente dolce, il tutto con estrema pulizia e un bilanciamento perfetto, tannini setosi.

Annunci

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Davide Canina said, on marzo 6, 2009 at 11:27 pm

    Ciao Franco,

    avevo già assaggiato Stella di Campalto…trovato ottimo anche da me.
    Mi ispira molto Ferrero, forse per omonimia con un produttore di Barolo di La Morra mio caro amico.

    Davvero “chicce” che non mancherò di assaggiare in uno dei miei futuri viaggi a Montalcino.

    Curiosità ?
    Mi sembra di capire tutte aziende a conduzione familiare come piace a me. Ma qual’è stata la produttrice o il produttore che ti ha colpito di più per carattere e filosofia ?

    A presto,
    Davide

  2. Franco Traversi said, on marzo 7, 2009 at 9:23 am

    Stella di Campalto “San Giuseppe”,sicuramente, il suo vino e la somma di passione, eleganza, riservatezza, femminilità, signorilità, la filosofia biodinamica applicata senza eccessi, ma in modo naturale e rispettoso, con il vantaggio di avere vigneti con terreni completamente differenti.
    Andrea Cortonesi “Uccelliera”, il suo Brunello rispecchia il carattere, grinta, determinazione, concretezza, maschilità, il frutto di tanti sacrifici, anche finanziari, che ha dovuto sostenere negli anni per arrivare a questi risultati, adesso ci rimarrà a lungo all’apice, credetemi.

  3. Stefano Ghisletta said, on marzo 7, 2009 at 10:50 am

    Grazie al consiglio di Franco già all’ultima edizione di Vinitaly ho visitato alcune di queste aziende, le mie note sono state pubblicate sul Giornale del vino in un articolo: Il Brunello che verrà
    https://giornaledelvino.wordpress.com/2008/10/13/il-brunello-che-verra/


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: